Text Size
   

Image

OpenGeoData

Dati geografici aperti! Questo è il nostro ambizioso progetto! L'Associazione ha l'obiettivo di diffondere la cultura dei dati geografici, di stimolare il loro riuso e di convincere le Pubbliche Amministrazioni a renderli aperti.

Costa solo 10,00 Euro ed è riservata alle persone fisiche. Sostieni OpenGeoData Italia. Riceverai la newsletter mensile e potrai partecipare alle attività associative: discussioni, gruppi di lavoro, eventi, documenti, iniziative pro open data, ecc.
VAI AL MODULO


 

L'Associazione nasce con l'obiettivo di liberare i dati geografici della Pubblica Amministrazione al fine di consentirne a tutti il riuso.
I soci credono nel valore di questi dati e nel grande impegno della PA, anche in termini di risorse economiche, per renderli qualitativamente validi ed aggiornati. Un ruolo, quello della PA, fondamentale e necessario per una corretta gestione e pianificazione del territorio. Ma questi dati geografici sono anche utili agli altri enti, alle aziende ed ai privati, e possono concorrere, se resi facilmente disponibili, a far crescere l'economia del nostro paese grazie al valore aggiunto che questi soggetti possono generare.

OpenGeoData è presente sul social network Facebook perchè l'Associazione crede nelle discussioni aperte a tutti e nel contributo di tutti. Attraverso il canale Facebook giungono inoltre una serie di segnalazioni importanti che l'Associazione periodicamente organizza in rapporti sullo stato di avanzamento dell'apertura dei dati geografici in Italia.

OpenCatasto - alla scoperta dei dati catastali aperti in Italia

Techne, lancia il progetto Opencatasto, un portale geografico che ripubblica su basi geografiche note, i dati catastali pubblicati da alcune regioni attraverso servizi di interoperabilità a standard OGC come il WMS.

Il portale è di facile uso e consente anche di localizzarsi sulla mappa, se lo si adopera con un dispositivo mobile dotato di GPS. La continuità è assicurata dalle basi geografiche di riferimento utilizzate e dallo stile omogeneo della legenda. Si possono interrogare le singole particelle sulla mappa o cercarle in modalità alfanumerica. Sono disponibili al momento le seguenti regioni: Lombardia, Umbria e Toscana. 

Vai al portale: www.opencatasto.it/

 

LAST MINUTE per l'iscrizione all'evento LandCity Revolution & OpenGeoData

Mancano poche ore all'inizio dell'evento LandCity Revolution & OpenGeoData che si terrà a Roma, presso il centro congressi del CNR in Piazza Aldo Moro (a 15 minuti a piedi dalla stazione Termini), il 20 e 21 giugno 2016. La partecipazione è gratuita.

LE ISCRIZIONI ON-LINE SI CHIUDONO SABATO 18 GIUGNO - ISCRIVITI SUBITO

Un evento che unisce ed integra la Quarta Conferenza OpenGeoData Italia dedicata ai dati geografici aperti ed al loro riuso e la Conferenza LandCity Revolution dedicata alle tecnologie ed alle soluzioni per le città e i territori intelligenti.

Il primo giorno si parlerà di dati per la città e il territorio ed interverranno nella sessione plenaria i rappresentanti delle comunità che danno valore ai dati geografici aperti. Nelle altre sessioni si parlerà dei dati da satellite e delle novità in questo settore, delle nuove tecniche di rilievo e di aggiornamento, delle nuove tipologie di dati per meglio conoscere e gestire il territorio, e dei software per l'elaborazione e la gestione dei dati.

Il secondo giorno, come logica conseguenza del primo, si parlerà di tecnologie e soluzioni per rendere smart la città e il territorio. Tecnologie e soluzioni che usano dati per l'agricoltura, l'ambiente, i rifiuti, la mobilità, il turismo,  per gestire il patrimonio immobiliare e le infrastrutture, e per rendere più smart le amministrazioni comunali nei rapporti con i cittadini e le imprese. In altre sessioni più tecnologiche si parlerà di App, Web Application, sistemi informativi, GIS, BIM, Internet of Things, sensori, strumenti e cruscotti per città e territori intelligenti.

Per saperne di più leggi il programma

 

Assegnati i riconoscimeni OpenGeoData 2016

L'Associazione OpenGeoData ogni anno assegna dei riconoscimenti agli Enti che si sono dimostrati più virtuosi nel seguire il modello OpenData, alle migliori applicazioni sviluppate riutilizzando dati geografici aperti, alle comunità più attive di utenti.

Quest'anno il riconoscimento "Regione OpenGeoData 2016" è stato assegnato alla Regione Basilicata per aver seguito un iter virtuoso che ha visto come tappa fondamentale nel 2015 e 2016 la pubblicazione con licenza open, sul portale dedicato dati.regione.basilicata.it, del DataBase GeoTopografico vettoriale di recentissima realizzazione, e dei relativi servizi WMS.

Il riconoscimento "Utenti attivi OpenGeoData 2016" è stato assegnato alla comunità Open Data Sicilia per essere la comunità italiana di utenti di dati aperti più numerosa ed attiva, che pubblica e condivide un flusso continuo di news, informazioni, eventi, test sui dati, applicazioni.

Il riconoscimento "Applicazioni OpenGeoData 2016" è stato assegnato all'azienda Planetek Italia per aver realizzato e pubblicato il servizio Rheticus per il monitoraggio satellitare su cloud che integra immagini satellitari free, come i dati Sentinel, con basi cartografiche e dati ancillari, in modalità open data.

Nella Sessione Plenaria della Conferenza OpenGeoData verranno conferite le targhe ai rappresentati delle tre organizzazioni selezionate quest'anno.

Negli anni passati i riconoscimenti sono stati assegnati: nel 2015 alla Regione Umbria, al Comune di Ravenna, alla MAC&NIL; nel 2014 alla Provincia Autonoma di trento, al Comune di Matera, a CheFuturo!; nel 2013 all'Agenzia per l'Italia Digitale, alla Regione Veneto, al Comune di Firenze, a OpenStreetMap, alla Sistemi territoriali, alla GeoFunction.

   

Quarta Conferenza OpenGeoData Italia - non puoi mancare

La Conferenza è collocata all'interno di un evento di due giorni: il primo dedicato ai dati geografici e ai dati open ed il secondo dedicato alle tecnologie e soluzioni per le città ed i territori intelligenti (Conferenza LandCity Revolution). Si terrà a Roma il 20 e 21 giugno 2016 presso il centro congressi del CNR in Piazza Aldo Moro.
Il 20 giugno l'evento si apre con la sessione plenaria della Conferenza OpenGeoData dedicata quest'anno alle comunità che danno valore ai dati geografici aperti. Moderati dal Presidente dell'Associazione OpenGeoData Italia, Giovanni Biallo, animeranno la sessione Matteo Brunati, Vincenzo Patruno, Alessandro Greco, Fabio Malagnino, Simone Cortesi, Massimo Zotti, Davide Ondertoller, Andrea Salvagnini. Si parlerà delle comunità di utenti open data su Facebook, di Spaghetti Open Data, delle comunità di utenti dei dati Istat, degli utenti del portale DatiOpen, degli utenti dei dati satellitari free, dei volontari e degli utenti di OpenStreetMap, del Piemonte Visual Contest, di mappe e beni collettivi digitali, di enti che si federano per pubblicare dati aperti.
Seguiranno sessioni sugli usi e consumi dei dati satellitari, sulle nuove tipologie di dati per la città ed il territorio, sulle tecniche e gli strumenti innovativi per il rilievo e l'aggiornamento dei dati, sugli strumenti software e sui servizi per l'elaborazione e la gestione dei dati.
Il secondo giorno è interamente dedicato alla Conferenza LandCity Revolution, tecnologie e soluzioni per rendere più "intelligenti" le nostre città e i nostri territori. Si parlerà di sistemi informativi, app, web application, BIM, sensori, strumenti, cruscotti per l'agricoltura, l'ambiente, i rifiuti, i servizi comunali di e-gov, il turismo, la mobilità. Tutto dedicato alla smart city e allo smart land.
La partecipazione è completamente gratuita

Per conoscere il programma delle due Conferenze OpenGeoData e LandCity Revolution clicca qui


ISCRIVITI

   

Il NON-Portale Open Data della Regione Siciliana

Il "NON-Portale Open Data della Regione Siciliana" è un unico punto di accesso ai dati (in formato aperto e non) contenuti in diversi siti istituzionali e portali della Regione Siciliana. È un non portale perché non è il portale Open Data ufficiale della Regione Siciliana (che ad oggi non esiste) e perché la maggior parte dei dati non sono in formato "open".

Obiettivo del NON-portale è di fungere da stimolo per l'amministrazione regionale siciliana affinché si attivi per rilasciare i dati che possiede in formato aperto e possa creare prima possibile il portale Open Data, rispondendo così alle esigenze informative dei cittadini (per esempio in termini di accesso ai servizi, progetti, ecc.) e della Pubblica Amministrazione, così come già avviene da tempo in molte regioni italiane.

Scopri il NON-Portale Open Data della Regione Siciliana

   

Nasce il portale europeo dell'open data

Pubblicato in versione beta il portale Europeo degli open data. Il Portale europeo di dati raccoglie i metadati del settore pubblico disponibile sui portali dei dati pubblici nei paesi europei. Discutibili alcune scelte: per esempio nei formati c'è il PDF che non è di certo considerato open; il portale è disponibile solo in inglese, francese e tedesco; le tag associate ai dataset e le descrizioni sono spesso solo nella lingua di origine.

   

Page 1 of 3

ogd_ebook_2014
ogd_ebook

Collegàti a OGD

Notizie dal mondo del GIS
Geoforus - geography & techology network 

Il manuale dell'Open Data in italiano
Opendatamanual

Il sito del Governo degli Stati Uniti dedicato all'OpenData e al OpenGeoData
data.gov

Il sito del Governo Italiano dedicato all'OpenData
data.gov.it

L'Associazione italiana dell'Open Government
datagov.it

Associazione Italiana Geospatial Free and Open Source Software
GFOSS

Le licenze Creative Commons in italiano
Creative Commons Italia

Licenza d’uso

tutti i contenuti pubblicati sul sito sono licenziati secondo la licenza Creative Common – BY 3.0

LA RiPUBBLICA ITALIANA

ImageIl Progetto

Il catalogo delle applicazioni di riuso dei dati geografici aperti.

Rapporto sull'OpenGeoData

Disponibile il nuovo rapporto (al 31 dicembre 2014) sulla disponibilità di dati geografici aperti in Italia. All'interno tutti i link utili: leggi, documenti, siti e dataset.

Chiediamo dati aperti

ImagePartecipa anche tu!

Inviate una lettera agli enti per sollecitare l'apertura dei geodati.