Text Size
   

Image

OpenGeoData

Liberiamo i dati geografici! Questo è il nostro ambizioso progetto! L'Associazione ha l'obiettivo di diffondere la cultura dei dati geografici, di stimolare il loro riuso e di convincere le Pubbliche Amministrazioni a renderli liberi.

Costa solo 10,00 Euro ed è riservata alle persone fisiche. Sostieni OpenGeoData Italia. Riceverai la newsletter mensile e potrai partecipare alle attività associative: discussioni, gruppi di lavoro, eventi, documenti, iniziative pro open data, ecc.
VAI AL MODULO


 

L'Associazione nasce con l'obiettivo di liberare i dati geografici della Pubblica Amministrazione al fine di consentirne a tutti il riuso.
I soci credono nel valore di questi dati e nel grande impegno della PA, anche in termini di risorse economiche, per renderli qualitativamente validi ed aggiornati. Un ruolo, quello della PA, fondamentale e necessario per una corretta gestione e pianificazione del territorio. Ma questi dati geografici sono anche utili agli altri enti, alle aziende ed ai privati, e possono concorrere, se resi facilmente disponibili, a far crescere l'economia del nostro paese grazie al valore aggiunto che questi soggetti possono generare.

OpenGeoData è presente sul social network Facebook perchè l'Associazione crede nelle discussioni aperte a tutti e nel contributo di tutti. Attraverso il canale Facebook giungono inoltre una serie di segnalazioni importanti che l'Associazione periodicamente organizza in rapporti sullo stato di avanzamento dell'apertura dei dati geografici in Italia.

Una sessione dedicata ai dati open per la mobilità alla Conferenza OpenGeoData Italia

Dati open statici e dinamici per l'infomobilità: esperienze, applicazioni, standard, sviluppi software. Questo l'argomento di una sessione pomeridiana della Conferenza OpenGeoData Italia (Roma 19 febbraio 2015).

 

Aperte le iscrizioni alla Conferenza OpenGeoData 2015

Per l’Open Data italiano è il momento della maturità

 

Ne parleremo insieme alla

3° Conferenza OpenGeoData Italia

“dati geografici: l’Open Data consapevole”

19 febbraio 2015 –  Roma – Centro Congressi Frentani   

 

L’Associazione OpenGeoData Italia annuncia l’apertura delle iscrizioni

alla Conferenza 2015, dedicata all’Open Data consapevole.

 

 

L’Open Data in Italia, dopo alcuni anni di rodaggio, deve ora entrare  in una fase più matura, che potremmo definire “della consapevolezza”: dialogo e collaborazione fra gli attori dell’Open Data, promozione della cultura dei dati aperti e formazione al loro riutilizzo, miglioramento della qualità dei dataset, creatività nel riuso, pubblicazione ed uso di dati dinamici.

 

Sono questi i temi della 3ᵃ Conferenza di OpenGeoData Italia.

I lavori si apriranno con una plenaria (trasmessa anche in diretta streaming) ricca di interessanti interventi su questi argomenti. Ascolteremo Agenzie ed Istituti coinvolti, gli Enti Pubblici che stanno consolidando un percorso di consapevolezza sull’Open Data, le Aziende che sviluppano e riusano dati open, i professionisti che chiedono dataset geografici aperti per il loro lavoro.

Nel corso del pomeriggio avremo un corso di formazione in due parti: la prima dedicata all’open-geo-data consapevole per gli utilizzatori, la seconda per gli Enti Pubblici. Avremo inoltre una sessione dedicata ai dati aperti statici e dinamici sulla mobilità e sui trasporti pubblici ed al loro riuso, ed una sessione dedicata alle applicazioni per i dati geografici aperti.

Come nelle edizioni precedenti, l’Associazione OpenGeoData Italia conferirà dei riconoscimenti agli Enti più virtuosi ed alle applicazioni di riuso più interessanti e creative.

La 3ᵃ Conferenza OpenGeoData Italia “dati geografici: l’Open Data consapevole

 è inserita nel programma dell’OpenDataDay 2015.

 

Rapporto OpenGeoData Italia al 31 dicembre 2014

L'Associazione OpenGeoData Italia rende disponibile il rapporto sulla pubblicazione dei dati geografici aperti della Pubblica Amminstrazione aggiornato al 31 dicembre 2014. Nonostante l'aspetto legislativo ormai consolidato e le attenzioni del Governo poste al tema e dichiarate nell'Agenda Digitale, molte amministrazioni non rispondono ancora all'appello. Inoltre con il riuso dei dati geografici aperti si sta enfatizzando il problema dello scarso uso di modelli standard dei dati che limita enormemente l'uso congiunto di dataset simili pubblicati da più enti. Un passo avanti anche se lieve invece si può osservare sulla pubblicazione dei dati dinamici del trasporto pubblico delle grandi città.

Vai al rapporto in PDF

   

Annunciata la 3ᵃ Conferenza OpenGeoData Italia

3ᵃ Conferenza OpenGeoData Italia

“Dati geografici: l’open data consapevole”

Roma -  19 febbraio 2015 (Centro Congressi Frentani)

L'Associazione OpenGeoData Italia annuncia l'inizio della TERZA FASE ITALIANA DELL'OPEN DATA.

Dopo la prima fase (negli anni 2011 e 2012) durante la quale in Italia gli Enti Pubblici hanno iniziato a pubblicare i loro dati, abbiamo assistito ad una seconda fase (2013 e 2014) che ha visto l'inizio del riuso dei dati aperti.

Ora stiamo entrando nella terza fase, quella che potremmo definire della consapevolezza: dialogo e collaborazione fra gli attori dell'Open Data, promozione della cultura dei dati aperti e formazione al loro riutilizzo, miglioramento della qualità dei dataset, creatività nel riuso, pubblicazione ed uso di dati dinamici.

Una consapevolezza che genera domande, alle quali vogliamo rispondere.

Sono utili i geodati aperti? Sono resi disponibili in modo efficace ed efficiente? Che benefici portano all'utilizzatore ed all'ente? Quali rischi comporta la loro pubblicazione? Chi li sta riutilizzando ed in che modo? Sono efficaci gli strumenti di feedback? Qual è il grado di consapevolezza sugli open data dell'ente e dei potenziali utenti? Che importanza si da alla loro correttezza, completezza e aggiornamento? Sono tuttora sensibili i politici al tema degli open data?

Sono questi i temi della 3ᵃ Conferenza OpenGeoData Italia "Dati geografici: l'open data consapevole".

Al mattino una sessione plenaria (trasmessa anche in diretta streaming) ricca di interessanti interventi ed interviste su questi argomenti, alla quale parteciperanno Istituzioni, Enti Pubblici, Aziende, Professionisti e Sviluppatori.

Nel corso del pomeriggio un ricco programma di sessioni e workshop.

Come nelle edizioni precedenti l'Associazione OpenGeoData Italia conferirà dei riconoscimenti agli Enti più virtuosi ed alle applicazioni di riuso più interessanti e creative.

La 3ᵃ Conferenza OpenGeoData Italia "Dati geografici: l'open data consapevole", è inserita nel programma dell'OpenDataDay 2015.

La Conferenza si terrà al Centro Congressi Frentani di Roma il 19 febbraio 2015.


   

I dataset geografici indicati dalla nostra Associazione nel documento programmatico AgID

L'Agenzia per l'Italia Digitale (AgID) ha pubblicato l'Agenda nazionale per la valorizzazione del patrimonio informativo pubblico 2014: Il documento definisce la strategia nazionale del 2014 per valorizzare i dati rilasciati dalla Pubblica Amministrazione. L'Agenda fissa i principi cardine della strategia italiana e tre ambiti d'intervento (basi dati d'interesse nazionale, convenzioni aperte tra pubbliche amministrazioni, dati di tipo aperto). Per ognuno degli ambiti individuati sono presentati: lo scenario normativo attuale, l'impegno previsto per l'anno in corso e soprattutto gli obiettivi da raggiungere.

L'Associazione aveva comunicato all'AgID i dataset geografici fondamentali da aprire. La tabella da noi fornità è stata riportata per intero nell'appendice III del documento con "Dataset richiesti dalla società civile". Inoltre nei dataset chiave da rilasciare entro il 2014 sono riportati alcuni dei dataset segnalati nella tabella precedentemente citata: vincoli territoriali, CAP, piani comunali e sovracomunali, grafo stradale, toponomastica territoriale.

Ringraziamo l'AgID per l'attenzione posta alle nostre segnalazioni e ci rendiamo disponibili per aiutarli a portare avanti il programma definito nel documento.

Vai al documento

   

L'Open Data nel Documento di economia e finanza 2014

Nel Programma Nazionale di Riforma (PNR), contenuto nella Sezione III del Documento di Economia e Finanza (DEF) 2014 si parla di Open Data. Si rafforza così con determinazione l'azione del governo verso l'apertura dei dati della pubblica amministrazione.
In particolare al paragrafo 4.2 si dichiara di voler ristrutturare entro maggio 2014 la pubblica amministrazione, favorendo il ricambio generazionale, rafforzando la mobilità delle risorse umane e contenendo le retribuzioni della dirigenza pubblica, anche legandole ad obiettivi di risultato. Inoltre si dovrà accrescere la trasparenza delle amministrazioni con lo sviluppo di una piattaforma nazionale per i dati aperti (open data) e semplificare il quadro regolatorio per cittadini e imprese riducendo in tal modo gli oneri da burocrazia;

http://documenti.camera.it/leg17/dossier/Testi/ID0010.htm 

   

Page 1 of 3

ogd_ebook
banner_interventi_maiuscolo

Collegàti a OGD

Notizie dal mondo del GIS
Geoforus - geography & techology network 

Il manuale dell'Open Data in italiano
Opendatamanual

Il sito del Governo degli Stati Uniti dedicato all'OpenData e al OpenGeoData
data.gov

Il sito del Governo Italiano dedicato all'OpenData
data.gov.it

L'Associazione italiana dell'Open Government
datagov.it

Associazione Italiana Geospatial Free and Open Source Software
GFOSS

Le licenze Creative Commons in italiano
Creative Commons Italia

Licenza d’uso

tutti i contenuti pubblicati sul sito sono licenziati secondo la licenza Creative Common – BY 3.0

LA RiPUBBLICA ITALIANA

ImageIl Progetto

Il catalogo delle applicazioni di riuso dei dati geografici aperti.

Rapporto sull'OpenGeoData

Disponibile il nuovo rapporto (al 31 dicembre 2014) sulla disponibilità di dati geografici aperti in Italia. All'interno tutti i link utili: leggi, documenti, siti e dataset.

Chiediamo dati aperti

ImagePartecipa anche tu!

Inviate una lettera agli enti per sollecitare l'apertura dei geodati.